Punti in comune tra Gamers e giocatori di poker online


Sentiamo parlare di e-Sports dalla fine degli anni ’90, quando la sud coreana Blizzard lanciò sul mercato il videogioco di strategia in tempo reale Starcraft. Sport elettronici che secondo l’esperto Francesco Lombardo si differenziano dai tradizionali per il minor uso di energia fisica. Stessa epoca quella che testimonia la nascita del poker online che, grazie allo sviluppo di internet, ci ha regalato alcuni dei più grandi campioni del WSOP, gli stessi Moneymaker e Greg Raymer che si sono qualificati al torneo proprio on-line. Tra i grandi e-Gamers, invece, annoveriamo il cinese “Hao” capace di aggiudicarsi premi pari a 1.2 milioni di dollari giocando a Dota 2, lo statunitense “Tsquared”, che nel 2009 si faceva pagare 100 dollari l’ora per lezioni di videogiochi vista l’abilità mostrata in rete con la serie Halo, e Hai Lam, indiscusso campione della League of Legends che ha deciso di ritirarsi dal gioco dopo un infortunio al polso.

Proseguiamo adesso il paragone ponendoci alcuni quesiti.

A quanto ammontano i guadagni?

Confrontando il grafico dei più grandi eventi organizzati dal 2004 al 2015 per entrambe le specialità e considerando le sfide in modo singolo risulta che, sebbene il poker online abbia registrato incassi superiori fino al 2014, dal 2013 gli e-Sports siano in strepitosa ascesa grazie al torneo “The International” di Dota 2, in cui il primo classificato si è aggiudicato 6.6 milioni di dollari.

Quanto sono popolari le due discipline?

Anche se si è registrato un grande boom degli e-Sports negli ultimi anni, con il settore che ha raggiunto incassi di circa 463 milioni di dollari, si è ancora lontani dai guadagni del gioco d’azzardo online che, trainato dal poker, si consolida sui 40 miliardi di dollari.

LEGGI ANCHE:  Donne al volante, pericolo costante. Ma siamo proprio sicuri?

Quali abilità richiedono?

Per provare in prima persona ciò che accomuna e differenzia un e-Sport da un gioco d’azzardo online, vi consigliamo di dedicare un po’ di tempo a entrambe le specialità. Vi renderete conto di quanto entrambe le discipline richiedano molta pazienza, oltre a un’inclinazione all’autocontrollo, un’elevata capacità di concentrarsi sotto pressione e saper leggere la mente del proprio avversario.

Chi è passato da una specialità all’altra?

Grande e primo esempio su tutti di una star del poker che si è innamorata e fatta intrappolare dal mondo degli e-Sports è Andrey Yanyuk, creatore di Hearthston e ora CEO di Tempo Storm, una delle migliori organizzazioni del settore composta dai più abili giocatori e maghi del videogioco.

Visto l’andamento delle due discipline, si potrebbe predire una sostanziale crescita nel mercato degli e-Sports e il mantenimento di una posizione di rilievo da parte del poker online. Non si esclude, però, una rinascita di quest’ultimo che, mai passato di moda e sempre capace di rinnovarsi nel corso dei secoli, potrebbe tirare un sospiro di sollievo con le recenti novità tecnologiche quali la realtà virtuale.

What's Your Reaction?

Cry Cry
0
Cry
Cute Cute
0
Cute
Damn Damn
0
Damn
Dislike Dislike
0
Dislike
Lol Lol
0
Lol
Like Like
0
Like
Love Love
0
Love
Win Win
0
Win
WTF WTF
0
WTF

Comments 0

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Punti in comune tra Gamers e giocatori di poker online

log in

Become a part of our community!

reset password

Back to
log in
Choose A Format
Personality quiz
Trivia quiz
Poll
Story
List
Open List
Ranked List
Meme
Video
Audio
Image